giovedì 13 dicembre 2007

OSPEDALE PASCALE DI NAPOLI IN MUTANDE !

L'azienda ospedaliera Pascale di Napoli protesta per i troppi fondi dati agli istitui ospedalieri del Nord.

Primari e Ricercatori si sono praticamente, autofinanziati con un calendario.

Hanno lavorato in biancheria intima, inquadrati dall'obiettivo di un fotografo.
Prima pagina del calendario, Gennaio 2008. La scena e' ordinaria, ma il chirurgo indossa soltanto un boxer. Stessa mise pure per l'equipe.
Gli altri undici mesi non sono da meno: medici, biologi, ricercatori, tecnici, quasi tutti hanno posato in slip.

Le foto scattate servono anche per promuovere l'immagine un po' sbiadita del Pascale, denunciare la miopia di uno Stato che alla ricerca concede appena l'un per cento del Pil, e reclamare una distribuzione di fondi piu' omogenea su tutto il territorio.
Una tabella dove sono indicati i finanziamenti dei vari istituti ospedalieri:
Istituo tumori Milano 12,350
Istituto tumori Genova 11,500
Centro oncologico Aviano 5,690
Regina Elena Roma 5,590
Pascale Napoli 3,620
Istituto oncologico Bari 880
Istituto oncologico Veneto 1,500













12 commenti:

ArabaFenice ha detto...

sono con loro! hanno pienamente ragione!

Anonimo ha detto...

Napoli non e' una piccola citta';si possono comprendere le piu' piccole sovvenzioni per ospedali con minore utenza ma questa e' la cattiva sanita' italiana;nel sud si muore per una anestesia o per i tubi delle sale operatorie che emettono il gas sbagliato
buona serata Giovanna
Lorenzo Anne Veronica
http://giramundo.splinder.com

chit ha detto...

Non sono troppi quelli dati al nord ma troppo pochi quelli dati al sud e
comunque, a prescindere, alla ricerca!

Pino Amoruso ha detto...

Secondo me i fondi vengono stanziati e non arrivano dove devono arrivare. Poi quando c'è un magistrato che scopre tutto, scopre che a spartirsi la torta sono esponenti di dx e di sx a livello locale e nazionale, ecco che si fa in modo che venga spostato.
Il ministro manda gli ispettori solo quando succede una tragedia: vedi Eva Ruscio in Calabria :-((

gianluca ha detto...

ciao, bel blog, che ne diresti di uno scambio link??

http://gianluca-revolution.blogspot.com

lealidellafarfalla ha detto...

hanno ragione, d'altronde loro non hanno più neanche il camice. Altro che nati con la camicia

Paolo ha detto...

Credo che i fondi maggiori vadano a quegli ospedali che sanno "vendersi" e "promuoversi" bene....
Infatti mi chiedo chi conosca il Pascale... (tolti ovviamente i campani).
Purtroppo nell'epoca delle comunicazioni funziona così (ripeto... purtroppo!)
Paolo

Irene ha detto...

Vedo che c'è Nord e Nord, infatti da noi, Veneto e Aviano, arrivano ben pochi soldi, il Veneto è preso peggio di Napoli. Che tristezza, che manovre politiche...
P.S. bello il tuo albero di Natale

Alberto ha detto...

Sono foto chiaramente in posa, come conferma anche il fatto che il "paziente" sia sdraiato sul tavolo operatorio indossando i Jeans.

Non mi sembra una protesta, mi sembra un atto di narcisistico esibizionismo; ma se dovesse servire a migliorare le cose, ben venga. ;-)

Un abbraccio fotografico :-)

P. S.
Ti ho aggiunto ai miei link consigliati, spero non ti dispiaccia.

Giovanna Alborino ha detto...

@alberto:perche' dovrebbe dispiacermi !
io ti ho linkato la prima volta che ti ho lasciato un commento.

@irene:grazie

@xtutti: avete ragione
un abbraccio

Clio ha detto...

La pubblicità è l'anima del commercio e pure della ricerca mi sa.
Ciao
Clio

Franca ha detto...

Peggio sarà se passano riforme come quelle volute dalla Lega!