giovedì 3 gennaio 2008

EVASIONE PER GIUSTA CAUSA

Qualche giorno prima di Natale 200 detenuti del carcere di San Vittore di Milano hanno lasciato le loro celle per pulire le strade di Milano, parchi trascurati e giardini incolti.
Sorvegliati da agenti armati ed esperti della polizia penitenziaria per tutto il giorno hanno curato gli angoli abbandonati della citta'.


Si tratta di un iniziativa sperimentale fortemente voluta da chi all'interno del ministero della Giustizia ha scommesso sulla riabilitazione dei detenuti.
Le attivita' nel periodo di prova non sono state retribuite. Gli enti hanno offerto un pasto ai volontari, pagando solo l'assicurazione contro gli infortuni..
A Giugno i detenuti piu' volenterosi saranno messi sotto contratto dalle amministrazioni.

28 commenti:

mario ha detto...

ah che bello....
questa è una iniziativa importantissima....far capire hai detenuti che sono molto importanti per la società e per il sociale...
ecco la mia e-mail Giovanna.....finalmente me l'hai chiesta ahhahaahahaha scherzo..
mrsdimaio@hotmail.it.bacio

Romano ha detto...

Così si fa! Interessanti anche i precedenti post che purtroppo leggo solo adesso.

Ciao

Gianluca ha detto...

Bella iniziativa, dare forma e riempire di significato parole come riabilitazione che altrimenti si svuoterebbero..
ciao

Finz ha detto...

Ciao Giò! Secondo me l'iniziativa dovrebbe essere la norma, a patto che lavorino gratis per la comunità. Si sa che il lavoro nobilita l'uomo...

Pino Amoruso ha detto...

Ciao gio e grazie per il saluto mattutino sul mio blog.
Iniziativa nobile; non condivido i contratti...
Un abbraccio

Paolo ha detto...

L'iniziativa mi sembra molto interessante...
Paolo

Anonimo ha detto...

QuALCHE tempo fa leggevo su ristretti, la rivista del carcere di Padova, cosa c'è di meglio per riabilitare, per responsabilizzare, di far fare ai detenuti qualcosa di utili, con il loro consenso maturo, tipo fargli fare attività in un ospedale psichiatrico o in un centro per disabili ? la pena applicata in un carcere se si "vegeta" e inutile e controproducente. E' questo che vogliamo ? è questo il principio della recupero sociale previsto dalla nostra costituzine ?
Ciao grazie della visita e buon anno anche a te, silvia

Mimmo ha detto...

....ogni tanto belle iniziative sociali!

buon anno!!! :)

caramella-fondente ha detto...

E' un ottima iniziativa...mi sono sempre chiesta perchè i detenuti non potessero essere manodopera disponibile per lavori sociali...questo penso che sia un ottimo percorso per riabilitarli...

creek ha detto...

Beh non mi sembra una brutta iniziativa! complimenti al comune di Milano! unire l'utile al dilettevole... sempre meglio di stare rinchiusi tra le sbarre...

zefirina ha detto...

mi sembra un ottima iniziativa da applicare anche a chi detenuto non è ma che so sporca strade, non si comporta in modo civile

LauBel ha detto...

questo sì che è un modo per iniziare bene l'anno nuovo.... iniziative come queste sono più che lodevoli, davvero!
ciao giò e auguroni di buonissimo 2008!!!!!!!!!!!

Chiara* ha detto...

Che iniziativa fighissima!!
Queste cose mi fanno sempre molto piacere :-)

Lele ha detto...

Ciao Giovanna!
Finalmente fanno ciò che io ho sempre detto......!:)
Iniziativa buonissima e speriamo si espanda in più città........!
Un saluto!

Franca ha detto...

La ritengo un'ottima iniziativa.
Il carcere dovrebbe adempiere a due funzioni:
la pena che è risarcitoria nei confronti di chi ha subito il crimine
La rieducazione per restituire alla società un uomo migliore.
Per quanto riguarda i contratti con la pubblica amministrazione, secondo me, dovrebbero essere stipulati a due condizioni e cioè
al termine della pena e solo se la pubblica Amministrazione ne ha effettivamente bisogno

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Ottima iniziativa e titolo del post davvero divertente :-)))

Ciao
Daniele

piccolè ha detto...

Come iniziativa è lodevole, ma credo che abbiano diritto ad un contratto anche gli innumerevoli disoccupati ONESTI,i carcerati che scontino la loro pena , le solite ipocrisie italiane per redimere i peccatori! Un bacione.

Cris ha detto...

ciao gio!!!queste sono belle iniziative!!!si rendono utili nel sociale.giusto.iniziativa da espandere..!!!brava gio.

Anonimo ha detto...

mi sembra una validissima iniziativa.
l'hanno praticata anche a pozzuoli tempo fa
ciao stef

cristina ha detto...

Ciao Giovanna, vorrei darti la buonanotte, ti immagino nella tua casetta con marito e figlio al calduccio....qui c'è la neve!

Iniziativa lodevole ma spero non sia stata fatta solo per avere poi l'assunzione .... Spero tanto nel "redimersi" dopo aver scontato pena.

zefirina ha detto...

cara giovanna sei stata nominata e ti tocca di partecipare

ti conosco da poco ma piace quel che scrivi e quindi

Suysan ha detto...

Ottima iniziativa.....è giusto che si rendano utili.......fa bene a loro e anche alla comunità

Pino ha detto...

Ciao Gio. Da una Milano imbiancatissima, ti auguro una buona giornata.
:-)Pino Amoruso

mario ha detto...

Giovanna la mail.....
sn un rompiballe...
ma un bellissimo rompiballe

Comicomix ha detto...

Leggere queste notizie fa sempre piacere.
Tra tanto pattume, vedere che c'è anche qualcosa di buono, giusto ed utile che si muove in questo nostro paese fa solo piacere...
Un sorriso libero
Mister X di Comicomix

Anonimo ha detto...

ottima idea di riabilitazione;ai carcerati bisogna pensare anche come persone che un giorno usciranno dalla situazione di chi deve scontare e devono inserirsi in un ruolo sociale diverso;
un abbraccio da
Lorenzo Anne Veronica
http://giramundo.splinder.com

mario ha detto...

Eccola
mrsdimaio@hotmail.it

ArabaFenice ha detto...

sottoscrivo i commenti di chi mi ha preceduto, purché il carcere non diventi una via preferenziale per avere un impiego che, purtroppo, tanti onesti non possono avere.
Credo che il vitto e l'alloggio dovrebbero guadagnarselo tutti i detenuti con il duro lavoro.