sabato 26 gennaio 2008

PARLA IL PAPA' DI UN DETENUTO ALL'ESTERO

Ho ricevuto questa email e gentilmente mi e' stata chiesta la divulgazione.
In un post precedente http://giovannaalborino.blogspot.com/2007/12/prigionieri-del-silenzio.html ho anche scritto di questa terribile situazione, ed ora e' proprio il papa' di Angelo Falcone ad avermi scritto.

Giovanna buona sera, sono Falcone Giovanni, il papà di Angelo detenutoi n India insieme a simone da 10 mesi, dimenticati dalle istituzioni,come del resto tutti gli italiani detenuti all'estero. E' una ingiustizia e un'assurdità, nessuno riesce a capire o non vuole tutta questa situazione assurda. Non è spiegabile che delle persone siano trattati in modo così disumano, nessuno dei tanti onorevoli parlamentari, nessuno escluso, sono tanto presi per tutto che si dimenticano della cosa più semplice e antica, UMANITA'.

Certocapisco che dei circa 3000 detenuti la maggior parte sono persone reiconfessi e hanno commesso reati, ma ciò non vuol dire che debbano essere dimenticati, ancor più per il fatto che l'italia garantisce a tutti, anche stranieri regolari e irregolari ed è giusto così, degno di uno Stato democratico e rispettoso del diritto Internazionale e almeno per questo dovrebbero almeno chiedere e imporre a queste nazioni il Diritto di reciprocità riconosciuto e accettato da quasi tutti gli Stati.

Ti chiedo se puoi far passare ancora la notizia perchè solo così con l'aiuto di tutti posso sperare di salvare questi ragazzi e ridargli la libertà che gli è stata rubata. GrazieFalcone Giovanni http://giovannifalcone.blogspot.com 0835504043/ 3384005065

12 commenti:

Simona ha detto...

..perché i politici italiani si preoccupano solo di non finirci loro in galera o d uscirci con un bell'indulto....
Poveri ragazzi.

MARGY ha detto...

i Politici??...ma se già l'Italia non se la calcolano di striscio, figurati se adesso pensano pure all'Estero!!...
e cmq la vedo dura intromettersi nella legislazione estera per chiedere la liberazione dei detenuti italiani!..
ora non voglio scendere nei particolari anche perchè non sono afferratissima sull'arogomento..ma come mio pensiero, la vedo così.

Franca ha detto...

Ma l'ambasciata italiana è stata coinvolta?

Lele ha detto...

Che tristi queste storie....!

Romano ha detto...

Interessante, nella sua drammacità, questa notizia che approfondirò.
Ciao

Mauro ha detto...

cercherò di divulgarla il più possibile, anche nel mio blog, ciao Mauro

Giovanna Alborino ha detto...

@mauro:grazie

Anonimo ha detto...

La ringrazio per intiresnuyu iformatsiyu

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

imparato molto

Anonimo ha detto...

necessita di verificare:)