martedì 16 ottobre 2007

COME PUO' UN CONDANNATO A TRE ERGASTOLI ESSERE IN REGIME DI SEMILIBERTA'

Cristoforo Piancone, ex brigatista rosso, condannato a tre ergastoli per sei omicidi, dal 2004 entra in regime di semiliberta': durante il giorno faceva il bidello.

Il primo ottobre, Piancone e' stato arrestato a Siena per una rapina in banca.
Come mai uno con tre ergastoli e' in semiliberta' ?
Capisco che per i detenuti si puo' attuare un graduale reinserimento nella societa', per un efficace politica criminale: ogni detenuto recuperato e' un pericolo in meno per la societa'.

Ma recuperiamo chi ha commesso altri tipi di reato, non chi ha avuto 3 ergastoli..che speranze ci sono per uno cosi, se avesse capito i suoi errori al primo omicidio si sarebbe fermato.

4 commenti:

Captain's Charisma ha detto...

Sai qual è la cosa brutta ? è che ormai non ci si sorprende nemmeno più dell'accaduto...

Romano ha detto...

@giovanna: hai ragione

@captain's charisma: manca poco..

Demonio Pellegrino ha detto...

giovanna, mi ricordo una volta montanelli sul giornale scrisse che un cane rabbioso non cerchi di rieducarlo, lo abbatti.

Ecco, io sono contro la pena di morte (se non altro perche' con tutti i casi di errori giudiziari in italia staremmo freschi...) Pero' uno con tre ergastoli in regimle di semilibertaà credo che domandi una punizione. Del giudice che l'ha rimesso in liberta' e del legislatore. Bastardi.

yngnrjnwrrnrynwr ha detto...

In effetti ingoierei tranquillamente la chiave della cella in questi casi...