lunedì 19 novembre 2007

GOOGLEFONINO

Il motore di ricerca Google ha preparato un nuovo software (Android) che sara' in grado di far funzionare i prossimi cellulari come se si utilizzasse un pc. E le bollette le paghera' la pubblicita'.
Un sistema operativo che potrebbe trasformare l'oggetto nelle tasche di tutti in una scatola in grado di fare cose finora impossibili.

Pagine internet in modo chiaro e leggibile, senza dover aspettare la clessidra, vedere video youtube, sempre connessi a Facebook, controllo della casella di posta elettronica, poter aggiornare il blog, condividere online foto su flickr, chattare...
Chi vorra' utilizzare il pacchetto Google sul telefonino, che arrivera' entro Giugno 2008, dovra' acquistarne uno nuovo, perche' il sistema operativonon potra' essere installato su quelli attualmente in commercio.

Il cellulare potrebbe costare pochissimo e le telefonate ancora meno.
L'Android ha un indubbio pregio: rispetto a Microsoft e soci i loro software li hanno fatti pagare alle aziende produttrici di telefonini.


Oggi ci sono molti piu' cellulari che computer, collegati alla rete. Il possesso di un dispositivo mobile sta crescendo maggiormente rispetto a quello di un computer specialmente nei paesi piu' poveri: la Banca mondiale stima che due terzi della popolazione mondiale viva gia' in un'area coperta da un network mobile.

13 commenti:

Grissino ha detto...

Praticamente il mio sogno...
:-P
Non vedo l'ora che escano 'sti telefonini con Android ma dubito che i prezzi saranno cosí popolari come scrivi tu. Quanto alle Nike, 130 euro da chiedere in giro non sono pochi e poi perché dovrebbero darmeli?

Grissino ha detto...

P.S.: Mi basterebbe che ogni visitatore cliccasse sulla pubblicitá di Google e sarei a posto.

nonsisamai ha detto...

interessante questa cosa...

daniela ha detto...

L'eccessivo progresso mi spaventa; mi basta il mio Nokia di sei anni fa e il mio blogghino. Anche troppo, anzi.

Demonio Pellegrino ha detto...

Devo dire che non vedo l'ora, effettivamente. Google non mi è mai stata troppo simpatica, con le sue menate tipo 'make no evil' che poi si traducevano in pratiche ben poco buoniste in Cina, per esempio. Ma detto questo, se fanno davvero una roba del genere che funziona e costa poco, sono dei gran geni. Rivoluzionerebbero il mercato dei telefoni come Ryanair e easyjet hanno fatto con quello dei viaggi aerei.

cristina bove ha detto...

Ben venga un sistema che affranca da quelli oggi in uso, pagati a caro prezzo dagli utenti e sfruttati dai grossi detentori di esclusive.
Però, non so perchè, mi viene in mente che ci sarebbe ancora più controllo sul singolo.
Ciao e grazie delle tue visite, graditissime.
cri

kabalino ha detto...

sembra una bella cosa, ma io, su queste cose qui, arrivo sempre per ultimo, che prima le lascio capire agli altri e anche se proprio proprio non cavalco l'onda fa lo stesso...

daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Non è una cosa che mi iinteressi particolarmente io non uso, anche potendolo fare, il cell per andare in rete.

ArabaFenice ha detto...

E' una buona notizia anche se io non so se sarò uno dei fruitori. Scomodo il cell, per navigare...

creek ha detto...

Wow! bellissimo! sarebbe stupendo

Diego D'andrea ha detto...

questa storia la trovo molto interessante!
Giovanna, sai cosa mi piace qui da te? Il fatto che si trovano notizie su argomenti interessanti e mai troppo "sfruttate".
Brava!
:-)

Ciao D

Giovanna Alborino ha detto...

@diego d'andrea: ciao diego, grazie per i complimenti...
vedi il mio blog e' iniziato per caso, non sapevo nemmeno cosa trattare ne' che titolo dare...ma l'unica cosa che sapevo per certo, e' di non imitare nessuno.
Difficilmente parlo dell'argomento del giorno, perche' gia' c'e' il tg di sky che ne parla in continuazione, poi quanti blog girola maggior parte parlano tutti dello stesso caso, che al momento ha fatto cronaca..io se ne parlo e' quando le acque si sono calmate, e, solo per fare un confronto tra piu' parti.
Inoltre devi sapere che spendo 30 euro a settimana solo di giornali, che io e miomarito abbiamo sempre letto, quindi anziche' prendere argomenti da freschi freschi da internet, me li sfoglio con calma, e prendo anche la notizia piu' piccola che nessuno mai si accorgerebbe.
Non spreco il mio tempo per notizie stupide o inventate da me, anche perche' non le so' inventare.
Un caro saluto
gio

digito ergo sum ha detto...

Da informatico, da appassionato di tecnologia, devo essere d'accordo con Daniela (che saluto). L'eccesso è l'eccesso. Se è vero che la tecnologia debba aiutarci a vivere "meglio" (leggasi con maggiore comodità) quanto c'entra il restare connessi alla rete... con la comodità? Però proverò a toccare con mano...

Un abbraccio e grazie di questa riflessione.