martedì 6 novembre 2007

IL DENARO LA VERA FORZA

Antonio Percassi giocava nell'Atlanta. Poi e' diventato imprenditore d'assalto. Ed ora a Linate vuole costruire un megastore, scatenando proteste.

I grandi centri commerciali sono le nuove piazze d'Italia, ma non se spuntano dietro il giardino di casa, intasando viadotti, svincoli, tangenziali...come gia' sovente accade.

Se andra' avanti l'ambizioso investimento di Percassi ( il Linate shopping center, ipermercato di 22 mila metri quadri, 300 negozi, bar, ristoranti sulle rive di un lago, cinema multisala e area giochi), sara' un vero problema per i tanti piccoli negozi...
Ma ecco che scendono in campo i politici.

L'iter e' partito ai primi di febbraio, d'accordo la giunta regionale lombarda di centrodestra, quella provinciale milanese di centrosinistra e il sindaco di Segrate, ma contro si sono schierati tutti i leghisti, che facendo chiudere 500 negozi , si perderebbe in voti.
Ma Percassi non rinuncia, piu' gli si e' contro e' piu' si sente caricato.

Fatto sta che oggi i Centri commerciali stanno togliendo qualcosa ad ognuno di noi.

9 commenti:

Il Finz ha detto...

Quanto detesto fare acquisti nei centri commerciali! Ma vuoi mettere con un bel negozio in centro??? Io non capisco. Sarà che nella mia amata città i negozi sono fantastici e magari altrove non è così...

LauBel ha detto...

Li detesto anche io. Qui a Roma ce ne sono un paio che fanno letteralmente impressione... gente che va e viene, brusio continuo, ansia... e non credo neanche a tutta la "convenienza" che sostengono di avere.
ma una volta fare shopping non doveva essere rilassante?
personalmente preferisco le "banali" passeggiate nel cuore storico della città!

dawoR*** ha detto...

ma quanti intendono costruirne ancora ?
- dawoR***

Fabioletterario ha detto...

Ne costruiranno ancora e ancora, finché la gente continuerà a comprare...

Romano ha detto...

hai ragione cara Giò, pensa però che d'estate la gente ci va per refrigerarsi e di inverno per trovare caldo...

Ciao

Silvio Irio ha detto...

Ciao Giovanna quella dei centri commerciali ormai è una realtà consolidata che va allargandosi sempre di più....finchè la gente continuerà ad andarci sarà così!

Eccio ha detto...

Stanno togliendo qualcosa di caratteristico quali sono i "negozietti", purtroppo questo è un meccanismo messo in moto orami da tempo, bisogna adattarsi perchè non si può arrivare ad un idea comune, ci saranno sempre contrapposizioni.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sono dei "non-luoghi" e come tali spersonalizzano chi vi entra.

Oltre a tutti i problemi di natura pratica ed economica che possono causare ai piccoli commercianti ovviamente.

clio ha detto...

Questo Nuovo centro commerciale aprirà in una zona dove nel giro di 15 Km di raggio ce ne sono 4.
Si 4 centri commerciali+ Ikea. Castorama, Leroy Merlin.
Io abito nel mezzo di questo quadrilatero e sinceramente sentivo veramente la mancanza di un Centro Commerciale. Peraltro sono tutti uguali, Tutti gli stessi negozi, tutti la stessa dipsosizione.
Mi spiace per il lago Malaspina, un pezzettino di Bassa che se ne va. Pensa che di tanto in tanto cìè pure la nebbia da quelle parti.... e le rane.
Ma d'altronde vuoi mettere l'umidità e le rane con un Nuovo centro commerciale????
Clio