lunedì 17 dicembre 2007

LE VIE DEI FARMACI

Nel Sud del mondo, dove polmonite, aids, tbc, diarrea, malaria in un anno fanno 15 milioni di vittime, e dove e' concentrato l'85 % dei malati, la spesa globale per i farmaci corrisponde all'11 % totale.
Degli interessi finanziari e politici dietro il monopolio delle multinazionali dei farmaci, delle disuguaglianza e differenze culturali che impediscono l'accesso ai medicinali essenziali a milioni di persone nei paesi piu' poveri, di malattie dimenticate, parla il film Le vie dei farmaci , di Michele Mellera e Alessandro Rossi.

La pellicola testimonia un'emergenza sanitaria senza confini.
Nel 2003, sulla scia del dibattito sull'accesso ai farmaci, l'Oms si pose l'obiettivo di garantire entro il 2010 le cure salvavita per l'aids a tutti coloro che ne avessero urgente bisogno nel Sud del mondo. Ma siamo lontani dal traguardo.

9 commenti:

Alberto ha detto...

PRIMOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO...
:-D

Quello che mi chiedo è: "siamo sicuri che il traguardo dichiarato e il traguardo effettivo coincidano?"

Un abbraccio AbbiDubbi :-)

Giovanna Alborino ha detto...

io non sono sicura piu' di nulla, fatto sta che viviamo in un mondo di imbroglioni e quelli che pagano sono sempre quelli nati senza la camicia..
un abbraccio noncredente :-)

Fabrizio ha detto...

quoto Giovanna in merito agli imbroglioni

cristina ha detto...

Non ci saranno farmaci per i più bisognosi, tutte fandonie, non hanno mica un giro di soldi che gli conviene con loro! Si sa che le industrie farmaceutiche detengono il primato di "delinquenti autorizzati", curano e lasciano che vengano curati solo i casi che a loro fan tornare un giro di soldi immenso, mica curano i poveretti!

Diario di lele ha detto...

Cara Giovanna.Le case farmaceutiche sono quelle che fanno uno sciroppo contro la malaria.In Africa le madri danno ai figli questo sciroppo pensando di curare i propri figli,ma dentro lo sciroppo non c'é il principio attivo del farmaco,e ne muoiono a milioni cosi.
Senza parlare degli esperimenti che fanno sui bambini in nigeria e nei paesi poveri.......!
Io nel blog ne ho già parlato....!
No comment.....!

daniele Verzetti, Rockpoeta ha detto...

Le multinazionali farmaceutiche fanno solo i loro interessi. Dal brevetto su certe medicine per l'AIDS fino alla famosa vicenda della Pfizer in Nigeria.

In sostanza si disinteressano totalmente dei veri problemi di salute presenti in quei luoghi.

Quindi di fatto li lasciano morire.

ArabaFenice ha detto...

i problemi del mondo, come questo, sono grandissimi ma risolvibili...se ce ne fosse la volontà...

Franca ha detto...

E le multinazionali speculano sui brevetti, rinnovandoli senza fine magari con l'escamotage di cambiare solo qualche eccipiente senza portare modifiche significative al principio attivo

Giovanna Alborino ha detto...

@franca:brava hai azzeccato il punto...il problema principale sta soprattutto in questo