sabato 15 dicembre 2007

I PEDOFILI NON GUARISCONO

A mezzo chilometro dalla Basilica di San Pietro, in Vaticano, lavora un professionista che conosce i piu' cupi segreti di alcuni membri del clero.
Non e' un confessore ma un clinico.
Ha poco piu' di 60 anni, origini Pugliesi, uomo di scienza prima che uomo di fede, Aureliano Paciolla insegna psicologia della personalita' ed e' psicoterapeuta orientato verso l'ipnosi e il cognitivismo.
Il suo campo d'azione specifico riguarda l'abuso sessuale, in particolare su minorenni e pedofilia.
Il primo caso di cui si e' occupato riguardava un laico, e quest'ultimo gli ha insegnato che riconoscere un pedofilo non e' cosa semplice anche se sei un professionista.

"Bruno aveva 35 anni e andava da Paciolla per curare i suoi stati d'ansia dovuti alla sua separazione dalla moglie e alla disoccupazione.
Dopo 2 anni di trattamento, di punto in bianco gli rivelo' che molto tempo prima aveva abusato di sua figlia, quando lei aveva 4 anni. La toccava quando dormiva"
La ragazza di 16 anni soffriva di stati dissociativi che non le permettevano di studiare con profitto. Il padre spari poco dopo aver rivelato il suo segreto al psicoterapeuta.

Altre testimonianze del dottore:
Era il 1995 quando un viceparroco di 29 anni gli confido' che allenava la squadra di calcio dell'oratorio e al termine delle partite si improvvisava massaggiatore per toccare i bambini di 8-9 anni. Dopo il racconto spari'.

Un altro frate 55 enne, da un lato aveva un autentica ossessione per l'orario delle messe e delle preghiere, dall'altro metteva in pratica fantasie masturbatorie con bambini.


Un pedofilo e' incurabile ?
Alcune risposte date dal dottor Paciolla:
curabile ma inguaribile.
Difficilmente un pedofilo viene a chiedere aiuto da solo: arriva in terapia per altri disturbi o se viene implicato in vicende giudiziarie.
Un pedofilo non riconosce la propria inclinazione.
Trattandosi di una preferenza sessuale e' impossibile variarla clinicamente.
Messo davanti ai dati di fatto, in poche sedute il pedofilo abbandona il trattamento

Cosa pensa dell'ipotesi di castrazione chimica ?
Elimina solo l'erezione, ma il pedofilo resta tale e sfoga le proprie pulsioni con altre parti del corpo, anche con maggiore veemenza a causa della frustrazione.

In merito cosa dice il Vaticano ?
Non sempre le autorita' ecclesiastiche hanno collaborato con le indagini giudiziarie.
Ora sembra che ci sia maggiore collaborazione, ma le resistenze sono ancora eccessive.

In tribunale i casi di pedofilia in seno al clero sono sempre piu' frequenti. Il fenomeno e' in crescita ?
Il clero dei paesi anglosassoni ha una maggiore percentuale di casi di pedofilia conclamata perche' i loro sistemi giudiziari vantano certezza e immediatezza della pena.
Al contrario, dove la pena e' solo probabile e nel tempo, la denuncia diventa una fonte di stress per la vittima e i suoi familiari.
Alcuni poi ritengono che nelle culture latine, a prevalenza cattolica, sia piu' facile per la Chiesa tenere nascosta un'infamia.

Ci sono differenze tra pedofili laici ed ecclesiastici ?
No. Le cause sono comuni, per entrambi la pedofilia puo' essere una patologia, se la tendenza e' stabile nel tempo, o soltanto un reato, per il quale basta un unico atto sessuale.

Chi e' la vittima tipo del prete pedofilo ?
I sacerdoti abusanti di orientamento eterosessuale molestano di solito le fedeli adulte e, meno frequentemente, suore e bambine.
I sacerdoti pedofili con orientameno omosessuale, statisticamente prediligono i bambini, specialmente prepuberi.

Si e' mai lasciato sopraffare dall'orrore di un racconto ?
Non posso dimenticare la storia di un quarantenne che dopo aver abusato della figlia primogenita, ormai diciassettenne, si era dedicato ai due gemelli secondogeniti, dodicenni: un maschio e una femmina.
Violentava entrambi, e quando la bimba rimase incinta, la porto' ad abortire firmando perche' uscisse in anticipo dall'ospedale per poterla subito violentare di nuovo...

Una storia da horror, mi e' venuta la pelle d'oca solo a scrivere...
Un messaggio per tutti affinche' ci si guardi bene attorno quando si lasciano i propri figli, per fortuna che sono un po' diffidente per natura, e non lascio mai a nessuno mio figlio, e quando crescera' se fara' sport o vorra' frequentare l'azione cattolica, non solo saro' presente ma gli faro' mille domande fino a che lui non mi mandera' a quel paese.



31 commenti:

vesuvio ha detto...

non ho più parole da dire anche se questo è proprio uno di quegli argomenti sui quali non si puo' tacere.ma queste testimonianze mi atterriscono. non so come faquesto dottore a lavorare e continuare a vivere ma lo ammiro sinceramente.

Hertz ha detto...

ho alcuni dubbi sul fatto che un pedofilo sia "inguaribile".

poi, mi piacerebbe sapere che significa: "curabile ma inguaribile", che sembra a tutta vista una contraddizione.

Giovanna Alborino ha detto...

@hertz: perche' dici che sei dubbioso sul fatto che un pedofilo possa essere inguaribile ?
hai conosciuto persone che sono stati pedofili e poi guariti ?

curabile significa che ai pedofili vengono somministrati antidepressivi Ssri a basso dosaggio, che li rendono piu' permeabili al colloquio psicoterapeutico. In quella sede e' possibile abituarlo a riconoscere in anticipo le immagini mentali che lo portano all'eccitazione, aumentando quindi le sue possibilita' di autocontrollo.
Ma anchequando il soggetto e' collaborativo resta come un vulcano spento che puo' esplodere improvvisamente. Anche per questa ragione non e' prudente che i sacerdoti pedofili tornino ai loro incarichi.
Inguaribile e' specificato nel post.
un saluto

Irene ha detto...

Queste testimonianze mi lasciano veramente sempre senza parole. Volevo parlarti da figlia, visto che per ora il mio ruolo è questo. Mia mamma è stata una grande, perchè di domande ce ne ha sempre fatte poche in quanto ci ha abituati fin da piccoli a raccontare le cose che portavamo dentro, dalle più belle alle più stupide alle più dolorose. Ecco che per noi è sempre stato normale tornare da scuola e parlare di quanto male ci aveva fatto una ingiustizia subita a scuola, o quanto fossimo felici per un altro motivo. Poche domande da parte di mia madre, ma uno sguardo sempre attento che non ha mai lasciato sfuggire un nostro silenzio, quando si faceva doloroso. ciao

Giovanna Alborino ha detto...

grazie irene, parlero' tanto con mio figlio che sara' lui a parlarmi..
ora ha solo 18 mesi ma gli parlo sempre e gli spiego le cose..
un saluto

Suysan ha detto...

che orrore.....veramente mi sono venuti i brividi a leggere.....mio figlio da piccolo � sempre stato poco incline a raccontare(purtroppo) ma io ero molto vigile.......un bambino che subisce una violenza non puo non manifestare un disagio visibile ad un genitore attento......

silvio ha detto...

La pedofilia è un crimine che lascia senza parole. Tra l'altro, è forse il crimine che maggiormente ci ispira istinti omicidi. Ma voi vi immaginate vostro figlio che vi racconta che è stato violentato??
Purtroppo nei confronti di queste persone non bisogna avere molta pietà, o pensare che col tempo guariscono (e quindi essere clementi con le pene) Sarà Dio, se ne avrà voglia, a perdonarli.
p.s. Giovanna grazie per aver visitato il mio blog e lasciato un commento. se vuoi ci scambiamo il link. Trovo il tuo blog interessante e di attualità.
Ciao

Giovanna Alborino ha detto...

@silvio:gia' ti avevo linkato.
solitamente non chiedo mai uno scambio di link, se trovo un blog interessante lo aggiungo direttamente tra i miei links, e rispondo anche se da me non vengono.
ovviamente se me lo si chiede lo scambio comunque e' sempre ben accetto.
ti saluto
gio

Diego D'andrea ha detto...

Intervista lucida e puntuale.
Molto interessante (come sempre ;-)
Un abbraccio e, occhio, purtroppo i pedofili adescano anche nelle scuole, non solo all'azione cattolica o dove si fa sport!
Un abbraccio
D

mario ha detto...

Mio dio che schifo!!!!!
appena sveglio già nauseato.
Cmq un intervista molto importante e interessante.
Solo l'idea che qualcuno possa toccare un mio futuro figlio mi fa incazzare.Immagino te Giovanna,cmq l'azione cattolica evitala.

Franca ha detto...

Anch'io credo che i pedofili siano inguaribili.
E quello di pedofilia è un reato per il quale non accetto sconti: pene severissime!

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sono sgomento. Non riesco a commentare. Troppo scioccato. Incredibile, non concepibile, pazzesco.

chit ha detto...

Datemi dell'assassino ma io non concepisco il perdono per chi abusa di donne o bambini. Galera, galera a vita e pesante che gli permetta con il tempo di capire perchè, malato o no, prima o poi la coscienza "parla" e così farà anche la loro!

daniela ha detto...

Io all'impossibile non ci credo. Pertanto credo che possa esistere un pedofilo che si fa curare e che "guarisce". Sempre che la pedofilia possa essere considerata una malattia.

lealidellafarfalla ha detto...

La storia è raccpricciante. Se non possono guarire vanno messi in condizione di non nuocere e bisognerebbe interrogarci su come fare.

Pino Amoruso ha detto...

D'accordo sul fatto che la pedofilia non sia curabile... Non mi preoccuperei neanche sulla eventuale cura (sempre se vogliamo proprio considerarla malattia); le vittime rimangono segnate per tutta la vita... purtroppo :-)))
La cura c'è....Ergastolo!!!

zefirina ha detto...

e spesso si cela in famiglia proprio dove dovresti essere più protetto
io ora sono in fissa per mio nipote piccolo... mi direte che sono razzista ma vive in olanda, dove peraltro hanno fondato un specie di partito....

mario ha detto...

Mi tratti sempre male.....
disprezzi sempre il mio divano....
chi disprezza vuol comprare

Silvio Irio ha detto...

Guarda io d'indole sono un tipo tollerante....ma sulla Pedofilia divento di un'intrasigenza paurosa...NON TOLLERO i pedofili...
non si tratta di curare, qui si tratta di punire...
preferisco non dire altro anche perchè mi sale il nervoso...è un argomento che mi fa troppo arrabbiare...
P.S. Ti invito a partecipare al sondaggio di questa settimana sul mio blog!!!
Grazie Ciao a presto!
Silvio

Paolo ha detto...

All'Università ho imparato una sola cosa: sullìomosesualità e sulla pedofilia si sà pochissimo (in realtà...). Detto questo, in teoria il pedofilo si può nascondere in ogni luogo. Non dovremo mandare i nostri figli a scuola? Non dovremo mandare i nostri figli a casa dei suoi amici? Non dovremmo mandare i nostri figli in oratorio?
Paolo

LauBel ha detto...

la pedofilia è un universo subdolo e furbescamente nascosto... mi fa paura solo a pensarci...

Fabioletterario ha detto...

Condivido. Davanti a tali storie non posso che rabbrividire!

ArabaFenice ha detto...

sono storie scioccanti, soprattutto l'ultima quella sfociata in un aborto. io non riesco a capire la pedofilia.
Se è vero che una malattia, forse (e dico forse..) gli individui non sono condannabili per i loro desideri insani verso i bambini. Ma dal provare un desiderio insano a concretizzarlo in un rapporto imposto con la forza ce n'è di differenza... e per questa trasformazione, non basta la devianza; ci vuole una buona dose di cattiveria. Come si può rimanere insensibili di fronte al dolore, alla sofferenza, alla paura di un bambino?

Giovanna Alborino ha detto...

@paolo: i pedofili possono essere ovunque, ma nelle chiese e' il posto dove poterli trovare piu' facilmente, perche' essendo i preti persone frustrate, i loro pensieri sfociano in azioni su chi e' piu' debole...

un'altra cosa che non capisco e' : come fa' un padre a violentare la propria figlia ? forse perche' non e' un vero padre, come non lo sono le mamme che ammazzano o abbandonano ?

cristina ha detto...

Nessuno sconto di pena e...zac!!! Mi sono spiegata??? Anch'io ho sempre parlato a mia figlia del pericolo pedofilia, lei è al corrente di cosa potrebbe succedere e che deve SUBITO alla prima nota stonata,al primo atteggiamento sospetto scappare via e parlare con me e con il papà. Poi ci pensiamo noi a suon di schiaffoni a sistemare l'omuncolo!

steve ha detto...

Le ragioni della pedofilia ecclesiastica sno tutte interne al sistema di reclutamento del cler, incentrato sulla repressione affettiva e sessuale: http://laici.forumcommunity.net/?t=11411061

Anonimo ha detto...

Oggi la notizia dell'arresto di un ennesimo prete per pedofilia, don Marco Cerullo da Caserta, sorpreso in flagrante dai carabinieri. Anche lui cresciuto in un seminario minore: http://laici.forumcommunity.net/?t=11449966

Giovanna Alborino ha detto...

@anonimo:hai fatto bene a riportare la notizia

ma non hai un blog ?
ho provato ad andare sull'indirizzo sopra ma non funziona bene, devo riscrivere tutto anche i numeri ?

Anonimo ha detto...

Basta copiare esattamente il link sulla barra degli indirizzi (copia e incolla):

http://laici.forumcommunity.net/?t=11449966

Per la crinaca l'arresto è stato convalidato e il prete si trova ancora in carcere.

Giovanna Alborino ha detto...

interessante il tuo forum, mi sono appena registrata

Anonimo ha detto...

Il vescovo non ha nulla da dichiarare, nemmeno sul Natale che passerà questo bimbo: http://www.pupia.tv/aversa/cronaca/1241/prete-arrestato-per-violenza-sessuale-arcivescovo-attende-esito-indagini.html