venerdì 25 gennaio 2008

SI VEDE CHE E' UNA CHIESA ?






C'e' da prendersi paura a sfogliare il catalogo Arte cristiana contemporanea voluto dall'Accademia di belle Arti di Brera.

Se non fosse che Gesu' Cristo, fondando la Chiesa, ha detto che "le porte degli inferi non prevarranno contro di essa", si potrebbe pensare che le installazioni, le sculture, le opere fotografate nel volumone siano state realizzate dalle avanguardie di Satana pronte a occupare violentemente ogni spazio liturgico.

Di fronte a simili immagini non sono soltanto gli esteti a cedere allo sconforto, anche i normali fedeli le percepiscono come un graffio nell'anima.
Non e' piu' questione del bello ma di qualcosa di piu' profondo.
Le opere sono belle per carita', ma non sono cattoliche.
La totale assenza di immagini non e' conciliabile con la fede nell'Incarnazione di Dio.

A voi piacerebbe avere una Chiesa cosi ?





19 commenti:

Andrea ha detto...

Ciao! Ora le chiese moderne sembrano delle astronavi non lo metto in dubbio e sinceramente è uno schiaffo a chi non ha nemmeno una casa decente. Una delle chiese che hai messo in foto ( quella con le tre vele ) è vicino a dove abito io. Dal vivo è molto bella, vengono pellegrini ad ammirarla da parecchie parti dell'europa. Il pomeriggio quando si segue la messa, capita che il sole crea un gioco di luci spettacolare. Con questo ripeto nn giustifico questo tipo di ediliza per le chiese.

zefirina ha detto...

così come non è l'abto che fa il monaco, non credo sia lo stile che faccia il luogo di culto, a me per esempio non piacciono le chiese barocche, mi viene la nausea con tutti quegli stucchi dorati, le statue i quadri, la mia chiesa ideale è il duomo di Orvieto (ma sono di parte) così rigoroso, lineare,con i due affreschi nelle cappelle, quasi severo, la facciata esterna invece tutta un ricamo

Franca ha detto...

In un quartiere di Ancona ce n'è una che rappresenta la torretta di un sommergibile.
Anch'io, come Zefirina, sono per la semplicità e reputo il baracco terribile!

ArabaFenice ha detto...

le foto sono troppo piccole ma da quel che si vede effettivamente non hanno quell'aspetto rassicurante e accogliente che ci si aspetta da una chiesa.
qui in Puglia predomina il sobrio romanico. anzi il cosiddetto romanico-pugliese. IL risultato è un ambiente accogliente ma senza troppi fronzoli.

Mimmo ha detto...

...onestamente a me piace di più questo stile.
Ma lo dico a livello di laico e cultore delle cose belle ma non troppo pompose.

caramella-fondente ha detto...

Dunque c'è Dio su una barca. Assieme a suo figlio, Gesù, e al Diavolo.

Gesù chiede a suo padre, che gli ha appena annunciato quali progetti ha per lui:

"Parla, tu sei Dio e Dio non può che rispondere con la verità a qualunque domanda gli venga rivolta, e quindi, essendo Dio, conosci tutto il tempo passato, la vita attuale e tutto il tempo futuro"

"Infatti, io sono la verità e la vita"

"Allora in nome di tutto ciò che affermi di essere dimmi come sarà il futuro dopo la mia morte, che cosa ci sarà che non sarebbe esistito se io non avessi accettato di sacrificarmi alla tua insoddisfazione, a quel tuo desiderio di regnare su altre genti e altri paesi"

Disse Dio: "Ci sarà una Chiesa che, come tu sai, vuol dire assemblea, una società religiosa che fonderai, o che nel tuo nome verrà edificata, e questa chiesa si diffonderà nel mondo fino ai confini ancora da scoprire e si chiamerà cattolica perchè sarà universale, ma ciò purtroppo non eviterà discordie e dissensi fra coloro che avranno te come riferimento spirituale."

"Ma io voglio che tu mi dica come vivranno gli uomini dopo di me, quelli che mi seguiranno, se saranno felici."

"Più felici, per quello che intendiamo con il termine felice, non direi, ma avranno la speranza di una felicità lassù, nel cielo dove io vivo eternamente, e quindi la speranza di vivere per sempre con me, nient'altro, ti pare poco, vivere con Dio"

"Voglio sapere di più" disse Gesù quasi con violenza

"Gli altri dei resisteranno"

"E tu lotterai contro di loro, certo"

""Che sciocchezza, tutto quello che succede, è sulla terra che accade, il cielo è eterno e pacifico il destino degli uomini lo compiono gli uomini là dove si trovano .
Per dirla chiaramente, moriranno molti degli uomini, per me e per te."

"Gli uomini sono sempre morti per gli dèi, persino per gli dèi falsi e menzogneri"

"Ma possono mentire gli dèi"

"Eccome"

"E tu, fra tutti, non sei l'unico e il vero? E pur essendo vero e unico, non puoi comunque evitare che gli uomini muoiano per te, loro che dovrebbero essere nati per vivere per te, sulla terra intendo dire, non in cielo dove tu non potrai donare loro nessuna delle gioie della vita"

Continuò Gesù:

"Sto aspettando", "Che cosa", domandò Dio come se fosse distratto, "Che tu mi dica quanta morte e quanta sofferenza costerà la tua vittoria sugli altri dèi, con quanta sofferenza e con quanta morte si pagheranno le lotte che, nel nome tuo e mio, gli uomini che crederanno in noi scateneranno gli uni contro gli altri"

"Insisti nel volerlo sapere", "Insisto" disse Gesù.

"Per cominciare da chi conosci e ami, il pescatore Simone, che chiamerai Pietro, sarà come te crocifisso ma con la testa all'ingiù e crocifisso dovrà essere anche Andrea, su una croce a forma di x, il figlio di Zebedeo, quello di nome Giacomo, lo decolleranno.............."

"Dovranno morire tutti per te", domandò Gesù, "si, moriranno tutti per causa mia. E poi, figlio mio, sarà una storia interminabile di sofferenza e lacrime. "

"Racconta, voglio sapere tutto"

Dio sospirò, e col tono monocorde di chi ha preferito soffocare la pietà e la misericordia, attaccò la litania, in ordine alfabetico per evitare la suscettibilità in merito alla precedenza: "Adalberto di Praga, ucciso con uno spuntone a sette punte, Adriano, ucciso a martellate sopra un'incudine"..ecc...ecc....

"E' tutto?" domando Gesù a Dio

"No. mancano ancora coloro che non essendo stati martirizzati e morendo di morte naturale, hanno sofferto il martirio delle tentazioni della carne, del mondo e del Demonio e che, per vincerle, hanno dovuto mortificare il proprio corpo col digiuno e la preghiera; ci saranno anche coloro che offenderanno il corpo anche con dolore, sangue e un mucchio di schifezze e tante altre penitenze, portando cilicio e flagellandosi;

mancano poi le guerre e le stragi; ti dico che un dio arriverà e si scaglierà contro di noi e contro tutti quelli che ci seguiranno, popoli interi, no, non ho parole sufficienti per raccontarti dei massacri, delle carneficine, dei macelli...

C'è ancora l'inquisizione ma, se non ti spiace, potremmo parlarne un'altra volta... "

"Che cos'è?"

"Detta anche il tribunale del Santo Uffizio è il male necessario, lo strumento crudelissimo con cui debellermo l'infezione che un giorno, e per lungo tempo, si insinuerà nel corpo della tua Chiesa tramite le nefande eresie.. moriranno a migliaia, a centinaia di migliaia di uomini e donne, la terra si riempirà di urla di dolore di grida e rantoli di agonia.....

"E tutto avverrà per colpa mia...."

"Non per colpa, ma per causa tua."

"Padre, allontana da me questo calice."

"Che tu lo beva è la condizione per il mio potere e la tua gloria."

"Non desidero questa gloria", disse Gesù

"Ma io voglio questo potere" gli rispose Dio.

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Sinceramente è orrenda sia esternamente che dentro: all'interno è fredda e vuota.

Ma con tutto il bisogno che avremmo di un clero più moderno su questioni serie questi vengono a trasformare l'unica cosa che andrebbe lasciata come la conosciamo ossia la Chiesa come luogo fisico per pregare? Allibito.

Gianluca ha detto...

Sembrano dei mall, dei supermercati o dei parcheggi, delle installazioni di arte contemporanea.
Mia cugina tedesca trovava oscena la ricchezza dei marmi, degli ori e la maestà delle pitture nelle chiese cattoliche abituata alla severità protestante.
Io le vedo come manifestazioni artistiche ma non mi sfugge l'implicazione politica della maestà della chiesa.
Si prega anche al buio sotto le stelle.
Concludendo son bruttine assai!
ciao

creek ha detto...

Come edifici sono molto belli, ma quelle sono chiese?? queste cose più moderne non mi piacciono per niente, preferisco le chiese classiche, sono molto più belle... dovresti vedere le chiesette del mio paese... piccole ed accoglienti...

Moky ha detto...

Davvero Giovanna, penso che' l'architetto abbia iniziato il progetto pensando l'edificio fosse un museo oppure la chiesa di scientology... e poi a meta' lavori gli abbiano detto "SORPRESA!!! E' una vera chiesa !"
... Connessione con il divino... ZERO... basterebbe pensare alla porziuncola di Assisi per capire la differenza...

Lele ha detto...

Ciao Giovanna....anche vicino a casa mia costruiscono una chiesa spendendo non so quanti "milioni di euro".....!Tutto ciò é abbastanza senza senso.....!Ma si sa che oggi la chiesa é una tra le istituzioni dominanti e più potente,e i suoi nuovi palazzi e templi ne sono la dimostrazione....!Però non dovrebbero chiamarle chiese.....!
Un abbraccio....!

Irene ha detto...

fantastico il post soprattutto "siano state realizzate dalle avanguardie di Satana pronte a occupare violentemente ogni spazio liturgico." - No. non voglio chiese così!

LauBel ha detto...

non sono per il barocco e preferisco sicuramente il romanico... ma questo stile contemporaneo devo ammettere che mi spaventa un po'... riguardo l'iconografica cristiana il discorso credo sia molto ampio, anche lì stilizzerei un po', visto che le immagini sono comunque frutto della fantasia...

edgar ha detto...

E' una questione di abitudine che ci portiamo da secoli.
Spesso abbiamo frequentato chiese medioevali o romaniche, vi abbiamo pregato e ne abbiamo fatto luogo di culto e riflessione.
Ora davanti a queste architetture "fredde" restiamo stupiti.
E' vero, è molto complesso, se ci addentriamo in un analisi più completa, sfoceremo senza dubbio nella psicologia.
Per quanto riguarda l'assenza delle immagini sacre, bè, credo che gli alti prelati, stiano portando la Chiesa verso un più genuina interpretazione cristiana... troppi sono stati gli anziani che hanno influito sui figli e nipoti riguardo all'adorazione di immagini sacre, che di fatto hanno snaturato il rapporto con Cristo e i suoi fedeli.
Comunque, anche queste apparenti fredde chiese, sono accuratamente studiate per la liturgia e l'esaltazione della fede cristiana.
Non possiamo mica avere sempre le chiese concepite nei secoli addietro?
Un saluto.

Giovanna Alborino ha detto...

@edgar:non ho santi in casa, non li venero nemmeno in Chiesa, la struttura di queste nuove e' bella, ma preferisco le vecchie abbazie, o chiesette di paese, perche' spendere tanti soldi per farne solo un monumento bellico?

un saluto

edgar ha detto...

Un monumento bellico dici?... mmmm....se è come ho compreso, fa riflettere quello che hai scritto... ci tengo però, se mi spieghi perchè l'hai definito tale.
Grazie.

Giovanna Alborino ha detto...

@edgar:se guardi la prima foto a sinistra in basso, mi piace come disegno architettonico, ma non per una chiesa, forse per un albergo.
Posso anche capire che riempire la Chiesa di tanto oro o di tanti santi puo' essere esagerato, ma preferisco una chiesa come le abbiamo sempre avute. La gente e' attratta da questo tipo di chiesa e se ci entra e' per vedere la casa nuova del signore...5/6 anni fa' sono stata a foggia dal santo padre pio, hanno costruito una chiesa simile a queste, sai che non mi e' mai piaciuta e non ci vado mai solo perche' c'e' troppa speculazione, anche le bancarelle sono pienissime di oggetti raffiguranti padre pio, anche l'accendino.
Per me il culto rimane sacro e' dev'essere un luogo umile dove la gente deve sentirsi accolta umilmente.
poi non ho capito, a te piace o no ??

edgar ha detto...

Allora, ho visitato questo sito:
http://www.duepassinelmistero.com/le_chiese_post.htm
ed ho constatato che l'architettura moderna aveva il potenziale per poter realizzare chiese adeguate. In realtà solo poche (vedasi nel sito la chiesa di Reykjavík) hanno raggiunto lo scopo. Quindi anche io preferisco quelle antiche (ah! La Sagrada Famiglia di Gaudì... e non è antica!).
Resta comunque il fatto che noi, siamo analfabeti del linguaggio architettonico: ogni luce che vi entra, ogni pilastro, ogni navata, ogni suono che raggiunge il nostro udito (come in quella di San Giovanni Rotondo "firmata" dal nostro Renzo Piano) ha un significato preciso, che noi invece, sottovalutiamo.
Ai posteri l'ardua sentenza :(
Ciao Giovanna.

Giovanna Alborino ha detto...

@edgar:ogni persona che esprime un idea o inventa qualcosa, trova sempre la risposta giusta.
Le cose non nascono per caso, e' ovvio che dietro ad ogni invenzione c'e' la logica personale, noi che "guardiamo" quella logica non la vediamo, eccop perche' nascono le critiche..
Ognuno ha il suo modo di vedere e percepire..
ciao edgar