mercoledì 9 gennaio 2008

NOVITA' AI REPARTI PEDIATRIA

Ecco come stanno cambiando i reparti pediatrici italiani.
Il reparto pediatrico dell'ospedale Fatebenefratelli di Milano ristrutturati di recente, piu' che un luogo di cura sembra un albergo pensato per i bambini: colorato, animato, pieno di giochi, tv e frigobar in ogni stanza.
Accanto al letto di ogni bimbo c'e ne un altro per la mamma o il papa' che possono assisterlo durante la notte.
Neppure l'odore e' quello di un ospedale, l'aria sa' di pulito.


I fondi della sanita' pubblica coprono l'essenziale: medici con doppia specializzazione, infermiere esperte di rianimazione infantile, strutture di base e apparecchi di cura..
mentre l'impegno dei privati provvede ai giochi, mobili colorati e animazione.
Lo stesso spirito di collaborazione tra pubblico e privato anima la Fondazione Maria Letizia Verga che sta costruendo, all'interno dell'ospedale San Gerardo di Monza una nuova ala pediatrica.


Due esempiche fanno capire bene come sta cambiando, nelle corsie pediatriche italiane, la cultura dell'accoglienza e del benessere dei piccoli malati.
Basta cliccare sui siti web dei principali ospedali pediatrici per farsene un'idea: babyportali, giornalini online che, con fumetti e disegni, illustrano cio' che succede in un ospedale; pagelle dove dare i voti ai medici, terapie, pasti offerti, carta dei servizi per i pazienti; dizionario per tradurre il medichese in modo che i bambini capiscono...


Credo anche questa sia una buona notizia come apertura del nuovo anno..

26 commenti:

desaparecida ha detto...

ehi qsto si che è 1 buongiorno!
un abbraccio!

Paolo ha detto...

Mi compiaccio del fatto che sui Blog si diffondano anche le buone notizie!!!
Paolo

Pino Amoruso ha detto...

Ottima notizia....sarei contentissimo se ci troveremo a postare di reparti pedriatrici come quelli di Monza e Milano, anche in strutture di Bari, Napoli, Catanzaro, Palermo, ecc...
Buona giornata :-)

Silvio Irio ha detto...

Ciao Giovanna...buona giornata!!
A presto
Silvio

mario ha detto...

Bellissima notizia che mi fa star molto meglio..
un bacio Giovanna

chiara* ha detto...

Sono d'accordo, queste iniziative sono proprio importanti..
Ci lamentiamo sempre della nostra sanità, ma dopo aver dato uno sguardo all'estero mi tengo stretta la sanità italiana, che tra tanti difetti ha sicuramente molti più pregi..
Tutto è migliorabile, basta non denigrare sempre ogni cosa indiscriminatamente!

Gianluca ha detto...

Una buona notizia..per una buona giornata :)

Franca ha detto...

E' decisamente una bella notizia.
Un segno che i tempi stanno cambiando ... in meglio!

il sondaggio ha detto...

ottima notizia, finalmente!!

buona giornata sun

Diego D'andrea ha detto...

Beh, dirò una banalità, ma prendersi sistematicamente cura dell'infanzia nel modo più qualitativo possibile è uno degli investimenti più solidi che si possano ipotizzare!
Ciao D

LauBel ha detto...

unitamente ad altre terapie (tipo quella con i clown-dottori) è un modo per rendere ai pù piccoli davvero meno triste la permanenza negli ospedali...

Fabioletterario ha detto...

Dopo tante disgrazie... no? :-)

ArabaFenice ha detto...

questa notizia significa che quando si vuole fare le cose per bene, si riesce. basta la buona volontà.

Romano ha detto...

Aahhhh, finalmente buone notizie..

Ciao

Lele ha detto...

Si davvero una notizia positiva soprattutto se si parla dei bambini....!
Un saluto......!

Suysan ha detto...

Finalmente una buona notizia.....qualcosa che funziona in Italia c'è...

creek ha detto...

Oh! che bello sentire queste notizie!!! Speriamo che tutti i reparti di pediatria diventino come questo!

Gianfranco ha detto...

OLD! Qui a Messina educhiamo sin dalla culla i bambini ad aver cura degli animali: qualche settimana fa la nursery del policlinico universitario poteva vantare qualche decina di zecche per ogni bebè!

Irene ha detto...

Bene, qualcosa di positivo in vista! Strano ma vero! ciao e buona serata! :O)

Daniele Verzetti il Rockpoeta ha detto...

Evviva! Sì, questa decisamente è una bellissima notizia!

Loreanne ha detto...

Fa piacere legere anche le buone nuove.
Tanti auguri anche a te, Giovanna!

chit ha detto...

C'è solo da sperare che la stessa etica e la stessa voglia di fare esca dai reparti di pediatria che, non dimentichiamolo e PER FORTUNA!, vivono anche di grosse donazioni di privati e associazioni.
Comunque poco importa da chi arrivano, l'importante è vederli ben spesi e la sanità è ai primi posti come priorità.

silvio ha detto...

Bè, che dire!
Almeno una buona notizia dentro tanto marcio....

daniela ha detto...

Mi fa piacere ma credo davvero che sia solo l'ago in un pagliaio.
Mio padre è medico e lavora al Day Hospital: pensa che adesso sta seriamente pensando di andare in pensione perchè vogliono chiudere il reparto e trasferirlo. Motivo: si chiudono tutti i Day Hospital (tra l'altro una delle poche strutture che funziona bene) per risparmiare.
E nello stesso tempo sono stati aumentati gli stipendi dei parlamentari.
Quando sento queste cose mi vien voglia veramente di espatriare.

Giovanna Alborino ha detto...

@daniela:la sanita' italiana sta ancora molto indietro, glio ospedali di napoli, alcuni sono fogne, ma anche il policlinico di roma, pero' se tra tanto marciume almeno uno si salva e' pur sempre una buona speranza..

cristina ha detto...

Concordo in pieno con il comento di Diego. I bambini sono importanti gioielli preziosi, sono il nostro futuro.